Chi era Giancarlo Costa

Costa Giancarlo è stato un cittadino mortarese dotato di straordinaria passione per lo sviluppo civile e culturale della nostra comunità.

Giancarlo Costa nasce a Mortara il 5 luglio 1923 dottore in medicina e chirurgia con specializzazione odontoiatrica e protesi dentarie, non solo operò fattivamente nel suo campo professionale, ma fu anche autore di pubblicazioni scientifiche di rilevante interesse e competenza. Convinto assertore della necessità di aggregare i cittadini intorno ad interessi e manifestazioni culturali, fondò nel 1967 il Circolo Culturale Lomellino, che oggi porta il suo nome, e che continua tuttora la sua proficua e instancabile attività di diffusione della cultura a livello locale e nazionale, anche attraverso la rivista "IL VAGLIO" da lui fondata e rinata nel 2005 nel solco della sua personalità e nella sua capacità di organizzazione, come per il Premio Nazionale della Poesia Città di Mortara. Poeta innamorato della sua città e della sua Lomellina.

Giancarlo Costa accanto alla moglie Tacia

Molte sono le sue pubblicazioni l'ultima è la raccolta "Riflessi"di liriche inedite ritrovate. Precedono "Fuga di sole", "Canta la rana", "Lomellina mia terra", "Palpiti di ieri", "Terra verde", "Ombre d'amore", "Ombre sulla terra". Una raccolta di racconti "Grani" e sono tantissimi i riconoscimenti a vari concorsi letterari in tutta Italia.

Fine anno 1996 a cura del giornalista Giancarlo Torti viene pubblicato il libro "Trent'anni di cultura a Mortara", ma Giancarlo Costa non vedrà la sua uscita morirà poco prima, l'8 ottobre a Mortara.

Sostieni la Cultura iscrivendoti al Circolo

 

riceverai in omaggio il trimestrale di cultura,

storia e tradizioni

Quota sociale annuale € 40,00

codice IBAN

IT81 L034 0700 0000 0324 600

Banco Desio

Il Vaglio
I Cascinali dell'Agro Mortarese
di L. Pagetti
Il Sarto
di N. Farinelli

Bruno Farinelli, il sarto, classe 1915, mortarese di adozione è il protagonista di questa autobiografia che rievoca un arco importante della sua vita.

A ricomporre i "pezzi di carta" delle sue memorie ha provveduto Nadia, medico, affascinata dai sentimenti e dalla singolare obiettività del nonno.

L'Agogna, il segno delle acque
di L. Pagetti

Il nuovo interessante libro di Luigi Pagetti

Lomellina in tram
di L. Pagetti

Il libro racconta tramite testo e foto, la storia della linea del tram che attraversava la lomellina dal 1880 al 1930.

Sostieni la Cultura iscrivendoti al Circolo

 

riceverai in omaggio il trimestrale di cultura,

storia e tradizioni

Quota sociale annuale € 40,00

codice IBAN

IT81 L034 0700 0000 0324 600

Banco Desio

Il Vaglio
I Cascinali dell'Agro Mortarese
di L. Pagetti
Il Sarto
di N. Farinelli

Bruno Farinelli, il sarto, classe 1915, mortarese di adozione è il protagonista di questa autobiografia che rievoca un arco importante della sua vita.

A ricomporre i "pezzi di carta" delle sue memorie ha provveduto Nadia, medico, affascinata dai sentimenti e dalla singolare obiettività del nonno.

L'Agogna, il segno delle acque
di L. Pagetti

Il nuovo interessante libro di Luigi Pagetti

Lomellina in tram
di L. Pagetti

Il libro racconta tramite testo e foto, la storia della linea del tram che attraversava la lomellina dal 1880 al 1930.

CIRCOLO CULTURALE LOMELLINO "Giancarlo Costa"

Via XX Settembre, 70 - Mortara (PV)

telefono 0384.91249

VISITATORI